Login






Password dimenticata?
Non hai ancora un account? Registrati
 
Approvato il bando Litus (300 mila euro) per le aree costiere degradate PDF Stampa E-mail

L'Unione Sarda, articolo di Andrea Piras - 4 gennaio 2011

Dune e passerelle nella spiaggia rinata ,nuovi fondi per il piano antierosione e di ripascimento. Arrivano altri 300 mila euro per la rinascita del tratto costiero davanti a Frutti d'Oro. Si aggiungono al milione e 200 mila euro già stanziato.

Anche Capoterra potrà contare sui fondi destinati al Litus , il piano di recupero e riqualificazione naturalistica e paesaggistica delle aree degradate lungo il litorale. La Regione ha approvato nei giorni scorsi il bando, a Capoterra arriveranno complessivamente 300 mila euro che l'Amministrazione civica potrà impiegare per il progetto contro l'erosione costiera ideato dall'ingegner Nicola Montaldo nel tratto di Frutti d'Oro I° e II°. «Un finanziamento che consentirà di sistemare dune e passerelle e rendere fruibile un'area che cambierà volto grazie al ripascimento e alla sistemazione dei pennelli a mare per fermare la violenza delle mareggiate», dice l'assessore ai Lavori pubblici, Efisio Demuru.

I FONDI Un nuovo passo, dunque, e una nuova pioggia di denaro per ribaltare il fenomeno dell'erosione di un litorale dove l'emergenza, in questi ultimi dieci anni, si è fatta sentire, imponendo dal Comune l'avvio di un vero progetto di tutela delle case ormai finite a pochi metri dalla battigia e quindi sempre più esposte all'impeto dei marosi. Un allarme di protezione civile più che ambientale, che anche nei giorni dell'alluvione d'ottobre aveva contribuito a creare grossissimi problemi quando lo scirocco soffiava forte fermando il fiume carico d'acqua e fango che cercava a fatica di farsi largo verso il mare aperto. Nei prossimi giorni il progetto dei quattro pennelli semisofolti che saranno sistemati in mare davanti alle due lottizzazioni di Frutti d'Oro andrà in appalto. Così il 2011 potrà davvero essere ricordato come l'anno della rinascita di un tratto di litorale fortemente degradato.

I RISULTATI A settembre anche l'ultimo scoglio era stato superato. L'Arpas, l'Agenzia regionale per l'ambiente, aveva consegnato le relazioni del Piano di caratterizzazione per la protezione del litorale. In pratica, i risultati delle analisi e dei carotaggi eseguiti sul fondale davanti alle due lottizzazioni e nei punti dove dovranno essere piazzate le barriere semisommerse. Ebbene, il verdetto tanto atteso aveva dato esisti positivi, aprendo la strada alla messa in opera del piano.

A MARE Quattro pennelli sofolti, lunghi tra i duecento e i cinquanta metri, e la sistemazione di sabbie di cava saranno il cuore dell'intervento progettato da Montaldo e finanziato dalla Regione. Ci sono da spendere oltre un milione e duecentomila euro, a cui adesso si aggiungono i 300 mila accordati a Capoterra grazie al bando Litus. Un bando che interesserà, con specifici finanziamenti e progetti, altri centri costieri sardi tra cui, per restare in provincia di Cagliari, la stesa Cagliari, Assemini, Domus de Maria, Castiadas, Elmas, Maracalagonis, Monserrato, Muravera, Pula, Quartu, Sarroch, San Vito, Selargius, Sinnai, Teulada, Uta, Villa San Pietro, Villaputzu e Villasimius.

 
< Prec.   Pros. >
Efisio Demuru

Sondaggi

Il PD come si deve presentare alle elezioni politiche?
 
 
  2008 efisiodemuru.it - webmaster area riservata