Login






Password dimenticata?
Non hai ancora un account? Registrati
 
Piste ciclabili, il Comune ora punta ai fondi del Ministero dell'Ambiente. PDF Stampa E-mail
L'Unione Sarda, Articolo di Mariagrazia Marilotti - 31 ottobre 2010

Verdissimi boschi, sentieri suggestivi, chilometri di lungomare tutti da pedalare. E tantissimi appassionati di bici.

Ma le piste ciclabili a Capoterra, benché richieste a gran voce, non ci sono ancora. Per questo il Comune, con deliberazione di Giunta, ha aderito al Bike Sharing e fonti rinnovabili, bando di finanziamento del ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare. Per accedervi, la Giunta ha approvato il progetto preliminare relativo al "Servizio bike-sharing per la mobilità ecosostenibile e all'adeguamento stradale per la realizzazione di un sistema di circuiti ciclabili tra le aree urbane", redatto dal personale del settore Lavori pubblici.

L'importo ammonta a 597.060 euro: 398.040 sono fondi ministeriali e 199.020 comunali. «Poter circolare in sicurezza in bici è una esigenza molto sentita dai cittadini», spiega l'assessore comunale ai Lavori pubblici Efisio Demuru, Pd. «Crediamo che la ciclabilità possa essere non solo uno strumento per migliorare la qualità della vita dei capoterresi ma anche per offrire un' opportunità a chi volesse conoscere il nostro territorio, dalla montagna alla costa».

Nel Piano strategico elaborato dall'amministrazione comunale, e con la compartecipazione dei cittadini, nel 2007 erano stati individuati tre importanti direttrici per privilegiare progetti di piste ciclabili nel territorio: la vecchia 195, la provinciale SP 91, il lungomare di Capoterra. Sono alcune delle possibili future strade destinate a fare spazio ai loro lati a comode e sicure piste ciclabili.

E uno dei punti programmatici del consigliere provinciale Giorgio Marongiu è quella di rendere sicura la Provinciale che dal lido raggiunge il centro di Capoterra, con interventi di sicurezza stradale e la realizzazione di piste ciclabili.

«È nei desideri di tantissimi residenti nelle zone a mare una pista ciclabile che da Torre degli Ulivi consenta di raggiungere in tranquillità e rispetto dell'ambiente, l'altro estremo del lido di Capoterra», aggiunge il consigliere Pd Giacomo Mallus, presidente della commissione Politiche comunitarie e rapporti con l'Unione Europea. «Il dato relativo ai chilometri di piste ciclabili è tra gli indici vivibilità di un territorio».
 
< Prec.   Pros. >
Efisio Demuru

Sondaggi

Il PD come si deve presentare alle elezioni politiche?
 
 
  2008 efisiodemuru.it - webmaster area riservata