Login






Password dimenticata?
Non hai ancora un account? Registrati
 
Pauli Ara, presentato il progetto per la costruzione del nuovo ponte PDF Stampa E-mail
L'Unione Sarda, articolo di Maria Grazia Marilotti - 7 febbraio 2010

Capoterra. A Pauli Ara rivedrà la luce il ponte crollato. I professionisti incaricati dal direttore del Genio civile Gaetano Magi hanno presentato il progetto per ricostruire il ponte sul Rio San Girolamo e la sistemazione della viabilità. Presto i lavori saranno appaltati. Il nuovo ponte sorgerà in una zona più sicura, a circa 400 metri più giù rispetto al precedente. In un primo momento, il 20 dicembre 2008, la realizzazione dei lavori, per il costo di un milione di euro era stata affidata dalla Regione al Comune. Il sindaco, Giorgio Marongiu aveva chiesto ufficialmente che fosse il Genio Civile a gestire la progettazione e la direzione dei lavori, per sveltire gli interventi. «In quei giorni eravamo in piena emergenza per via dei disastri provocati dalla piena del fiume, oberati da una serie di urgenze che non potevano essere posticipate - sottolinea Marongiu - inoltre chiedere l'intervento diretto del principale interessato, il Genio Civile si traduce in un atto di completa fiducia nelle capacità dei tecnici e professionisti della Regione». Poco dopo il presidente Ugo Cappellacci, commissario delegato per l'emergenza alluvione, affida tutto all'assessorato regionale ai Lavori Pubblici attraverso il servizio del Genio Civile. Si va dunque verso l'appalto dei tanto attesi lavori di rifacimento di ponte e viabilità. Sottolinea l'assessore ai Lavori pubblici di Capoterra, Efisio Demuru: «Mi auguro che la nuova giunta regionale velocizzi le procedure anche per la messa in sicurezza idrogeologica del territorio». Si va dunque verso l'appalto dei lavori di rifacimento di ponte e viabilità. Ora, per poter procedere, il Genio civile aveva ha chiesto alla coop Poggio dei Pini la cessione delle aree dove dovranno essere realizzate strade di accesso al ponte, rampe e opere accessorie. Solo un mese fa la coop Poggio dei Pini ha deciso di mettere a disposizione i terreni. «Sono trascorsi un anno e quattro mesi dall'alluvione del 22 ottobre. Pauli Ara da allora è rimasto isolato. E i residenti costretti a percorrere una strada più lunga per poter raggiungere la 195, dopo il crollo del ponte sul rio San Girolamo, speriamo ancora non per molto», commenta Giulio Geria, cittadino di Capoterra - anche se in parte il disagio è stato attenuato dal guado sistemato da Protezione civile della Provincia e Genio civile».
 
< Prec.   Pros. >
Efisio Demuru

Sondaggi

Il PD come si deve presentare alle elezioni politiche?
 
 
  2008 efisiodemuru.it - webmaster area riservata