Login






Password dimenticata?
Non hai ancora un account? Registrati
 
Cittadella sportiva a Rio San Girolamo. Ecco i finanziamenti PDF Stampa E-mail
3 Settembre 2008 - L'Unione Sarda, articolo di Maria Grazia Marilotti

Da qui a qualche anno sorgerà una struttura sportiva a Rio San Girolamo, quartiere periferico al chilometro 12, 500 della strada statale. Ci saranno campi di calcio e calcetto con spogliatoi e vialetti alberati, ma più in là anche impianti di tennis, pallavolo e basket. Il progetto vedrà la luce grazie al finanziamento regionale: 400 mila euro stanziati dall'assessorato ai lavori pubblici, a cui va aggiunto un co finanziamento comunale di 40 mila euro.

«La Regione ha accolto la nostra richiesta - esulta l'assessore comunale ai lavori pubblici, Efisio Demuru -. il via ai lavori presto sarà dato, è un obbiettivo che abbiamo realizzato in breve tempo». La zona individuata è quella compresa tra viale Europa e la storica via dei Genovesi, quella dove un tempo passavano le locomotive che da Su Loi raggiungevano le miniere. Un intervento che andrà a colmare un vuoto, quello della sete di servizi e strutture nelle lottizzazioni dove in passato si è pensato di costruire, ma trascurando la necessità di scuole, palestre, campi sportivi, centri di aggregazione, ma anche semplici fermate d'autobus e altro ancora.

«Un altro obiettivo raggiunto dalla nostra amministrazione comunale», commenta il sindaco Giorgio Marongiu: «Il finanziamento arriva grazie a un gioco di squadra e dall'impegno di tutta la maggioranza e alla volontà di lavorare per tutti i residenti, quelli che abitano nel cosiddetto centro urbano che nelle varie residenze».

Sorta ai primi anni Settanta, la lottizzazione si è popolata attorno alla metà degli Ottanta. Con la cooperativa Cento si sfiorano adesso i mille residenti, una vera e propria comunità che sempre più chiede servizi. Di recente c'è stato il raddoppio della scuola elementare e presto nascerà anche la palestra. Ma ora l'attenzione è tutta rivolta alle nuove strutture che andranno ad aggiungersi a quelle già esistenti.

Quelle del rugby, fiore all'occhiello dello sport a Capoterra e di calcio, dislocate sul territorio. Spiega Leopoldo Marrapese, presidente della commissione sport in Comune: « Un obbiettivo centrato, questo finanziamento regionale per le strutture sportive a rio san Girolamo, che nasce anche dall'esigenza di creare anche un luogo di aggregazione sociale ».
 
Un politico moderno PDF Stampa E-mail
Aprile 2000 – La Voce dei Comuni

L'azione di governo della maggioranza di centrosinistra guidata dal Presidente Nicola Scano, in linea con il programma sottoposto al giudizio dell' elettorato, ha visto la propria azione concentrarsi su alcune direttrici fondamentali quali: Piani di Settore; Sviluppo economico programmato con il concorso degli imprenditori, delle OOSS, dei Comuni e delle Comunità Montane; Interventi sul territorio col coinvolgimento degli altri soggetti istituzionali preposti; Serrato confronto con la R.A.S. per il trasferimento delle competenze e delle risorse in base al principio di sussidiarietà.
Intervista a Efisio Demuru 

Strumenti di Pianificazione

Approfondite e qualificate analisi sotto il profilo tecnico-scientifico hanno portato, previo confronto e coinvolgimento democratico di tutti i soggetti preposti (forze imprenditoriali, organizzazioni sindacali, rappresentazioni istituzionali, orfani istituzionali della Provincia) alla realizzazione di fondamentali strumenti di Pianificazione quali: Piano Urbanistico Provinciale, Piano Provinciale Mobilità e Trasporti, Piano della Viabilità, Piano di riordino dei servizi di trasporto nell' area vasta, Piano Provincia e del Turismo, Piano Commerciale.

Cosa è stato fatto


Pubblica istruzione. Redazione dei piani organizzativi della rete scolastica provinciale. Piano di utilizzo degli edifici e delle attrezzature per l'istruzione superiore. Osservatorio della scolarità.

Ambiente.

  • Realizzazione Parco di Monte Claro.
  • Rete di rilevamento dell'inquinamento atmosferico.
  • Rete di rilevamento dell'inquinamento acustico.
  • Progetto generale per l'esecuzione del Piano Provinciale di gestione dei rifiuti solidi urbani.

Affari Generali.

  • Realizzazione della rete telematica territoriale Provinciale a servizio di Comuni e delle Forze Sociali.
  • Costituzione dell'Ufficio Europa e Cooperazione Internazionale al servizio della collettività Provinciale per favorire il razionale utilizzo delle risorse comunitarie.
  • Riassetto della macchina organizzativa della Provincia attraverso assorbimento del personale precario e introduzione di processi di informatizzazione e formazione del personale.

Cultura e Turismo.

  • Istituzione del centro servizi bibliotecari.
  • Istituzione del Servizio Provinciale Audiovisivo.
  • Istituzione dell' Archivio Storico della Provincia.
  • Predisposizione del Piano" Turistico Provinciale.
  • Predisposizione del Sistema Museale.

Programmazione.

  • Piano Urbanistico Provinciale. Piano dei Litorali.
  • Progetti LIFE Ambiente e Natura.
  • Predisposizione progetti per i QCS Piano Provinciale per il Commercio.
  • Regolamento per il commercio ambulante e Trasferimento delega ai Comuni.
  • P.I.A. (Piani Integrati d'Area). o Patti Territoriali.
  • Contratti Area.

Viabilità. Trasporti e Lavori Pubblici.

  • Piano Provinciale Mobilità e Trasporti.
  • Piano di riordino dei servizi di trasporto nell' area vasta.
  • Piano della Viabilità. Istituzione del Corpo di Polizia Provinciale.
  • Avvio dello studio per la realizzazione dei Piani di Bacino.
  • Predisposizione del progetto per la realizzazione della Linea EST della Metropolitana leggera.
  • Predisposizione del Piano per la mobilità ciclabile.
  • Intervento per il recupero del Litorale del Poetto.

Cosa Vogliamo fare


L'obiettivo per la Nuova Provincia è quello di ottenere tutte le competenze e le risorse necessarie a garantire, la realizzazione dei risultati raggiungibili grazie al lavoro sviluppato in questi anni.

Un serrato confronto con i livelli superiori per rivendicare e costruire un reale sistema di federalismo con il trasferimento di tutte le competenze, secondo il principio di sussidiarietà e solidarietà rivendicato dai cittadini che auspicano un reale coinvolgimento democratico nelle scelte.

I piani di settore supportati dal trasferimento delle competenze in materia di programmazione, ambiente, viabilità e trasporti formano l' asse portante dell'idea di governo della Nuova Provincia. Grazie a ciò sarà possibile dare completa attuazione agli strumenti di programmazione negoziata (P.I.A., Patti Territoriali, Contratto d'Area) già finanziati per circa 2.600 miliardi con una ricaduta occupati va di oltre 16.000 nuove unità lavorative. Con il concorso delle forze sociali e delle Amministrazioni locali sarà possibile così attivare nuovi progetti, promuovendo proposte in grado di attirare nuove risorse di livello nazionale ed europeo.

Il futuro è già cominciato.
 
<< Inizio < Prec. 21 22 23 24 25 26 27 Pross. > Fine >>

Risultati 121 - 126 di 161
Efisio Demuru

Sondaggi

Il PD come si deve presentare alle elezioni politiche?
 
 
  2008 efisiodemuru.it - webmaster area riservata